Shop

In offerta!
TV38 | Ignazio Romeo / Il pasto impossibile

Il pasto impossibile

teatro, cibo, fame



€12,00 €10,20

Esaurito


« Questa non è una cena delle beffe »

Descrizione

«I lavori che compongono questo libro muovono dall’idea comune di vedere nel pasto la rappresentazione di un ordine; un ordine che tocca e riunisce inestricabilmente i diversi aspetti della realtà umana, il dato biologico e il fatto sociale, l’esistenza individuale e la visione metafisica. In tutti i testi che vengono esaminati, questo complesso ordine “alimentare”, di solito implicito, diviene palese perché messo radicalmente in crisi. Qui ci si occupa di “disturbi alimentari”, di occasioni in cui fame cibo e pasto perdono i loro caratteri “naturali”, l’aspetto di consuetudine che sfugge all’attenzione, e si fanno immagine di un senso ferito, di un esserci problematico o non più possibile».

Il nostro tempo attribuisce al cibo nuovi valori, ora legandolo al benessere, ora demonizzandolo rispetto all’ideale di perfetta forma fisica, ora elaborando il culto del buon vivere e del buon mangiare. Ma da qualunque punto lo si guardi, esso viene sempre messo al centro del discorso. A questa odierna sensibilità appartiene sicuramente il singolare libro di Ignazio Romeo, che si occupa del ruolo del cibo (o meglio, della sua sparizione) in alcuni classici del teatro rinascimentale e moderno (Dom Juan di Molière, Macbeth di Shakespeare, La morte di Danton di Büchner, Il teatro e il suo doppio di Artaud, Il giudice e il suo boia e La panne di Dürrenmatt, Finale di partita di Beckett, Il calapranzi di Pinter); e, inversamente, del ruolo del teatro in quel grande sintomo collettivo del nostro rapporto disturbato col mangiare, che è l’anoressia secondo la dolorosa testimonianza di Fabiola De Clerq.

Fra le immagini ricorrenti del teatro, il cibo occupa un posto di prima importanza. Non a caso nel rapporto dell’uomo con il cibo entrano in gioco natura e cultura, crudo e cotto, spirito e materia, così come ordine e armonia sociali sono evocativamente rappresentate nella convivialità. Quando però appare in scena il cibo negato – che all’interno delle opere analizzate Romeo individua negli aspetti della fame, del rifiuto o della impossibilità del nutrimento – l’ordine rappresentato dal pasto entra in crisi e si produce una perturbazione dalle risonanze assai complesse, che tocca in vario modo tutti i livelli dell’umano stare al mondo.

• Illustrazione da Arcimboldi (Il cuoco)

Recensioni

Non ci sono ancora recensioni, vuoi essere il primo?

Scrivi la prima recensione per “Il pasto impossibile”

I LIBRI :duepunti NON SONO PIÙ DISPONIBILI SUL NOSTRO eSHOP

I LIBRI :duepunti edizioni NON SONO PIÙ DISPONIBILI PER LA VENDITA SUL NOSTRO eSHOP