CARNEZZERIA CULTURALE | :duepunti a Una marina di libri
6/8 giugno 2014, Palermo

2014_analogo_carnezzeria-2

Anche quest’anno :duepunti partecipa alla kermesse dell’editoria indipendente a Palermo. Lo spirito è quello di sempre: trovare un motivo, un leitmotiv, che sappia raccontare cosa significa essere editori indipendenti oggi… secondo noi.

:CARNEZZERIA CULTURALE
E TU CHE TAGLIO PREFERISCI?

Negli anni abbiamo sempre voluto incontrare i lettori con leggerezza, per proporre un approccio ludico ai temi che più ci coinvolgono, come si fanno i libri, perché si sceglie questo e non quello, cosa pensiamo delle politiche culturali in Italia e come vorremmo cambiare usi e consuetudini. Lo abbiamo fatto indossando una maschera, una provocazione, che spingesse a porsi domande: «perché questi sono vestiti da dottori?», «perché i libri sono finiti nelle cassette del pesce?», «che ci fate dietro le sbarre?» ecc. Ogni volta la mascherata è servita per rompere il ghiaccio con un sorriso, mettendoci in mostra si accorciano le distanze tra chi ama i libri e condivide letture.

Quest’anno la provocazione nasce dalla parola TAGLIO che acquista tanti significati nella nostra vita di ogni giorno, si può declinare nella forma che meno ci piace – TAGLI alla cultura… –, ma ci sono i TAGLI che i redattori fanno un po’ come i sarti, perché ogni frase abbia la foggia giusta, ci sono i TAGLI di prima qualità e quelli che lo sono un po’ meno, c’è il TAGLIO critico che è il modo di esprimere posizioni chiare per interpretare quello che altrimenti non si vedrebbe, disperso tra i troppi dati da valutare. Il TAGLIO è quel trauma, ferita, squarcio che rivela, separa, arriva fino all’osso e dà senso a un prima e a un dopo. I libri e la cultura per noi hanno la stessa funzione.

Saremo alla fiera nei panni di “carnezzieri” (sic, così si dice dalle nostre parti), per giocare a trovare il TAGLIO giusto per ogni lettore, per ogni curioso che vorrà conoscere le nostre idee sul senso di questi anni di TAGLI dissennati, in cui la qualità e l’etica in editoria sono diventate merci rare e persino le etichette e i bollini devono essere vagliati con un atteggiamento nuovo: il lettore che vogliamo è prima di tutto un consumatore critico e di conseguenza il mestiere in cui ci riconosciamo è quello dell’artigiano che fa della trasparenza, dell’indipendenza e della coerenza i sui unici ferri, l’unica garanzia che possiamo offrire… anche con un semplice TAGLIO.

2014_analogo_carnezzeria-b

DURANTE LA MARINA RICORRERANNO ANCHE
I 10 ANNI DI ATTIVITÀ DI :duepunti
10 ANNI DI BIBLIODIVERSITÀ
FATTA COSÌ

• DAL PROGRAMMA | UNA MARINA DI LIBRI / 2014
sabato 7 giugno 2014 – h. 17.00 | GAM Sala conferenza

presentazione di
LA STANZA DEL PRESEPE
Una storia di Giovanni Falcone
di Angelo Di Liberto
con un testo di Maria Falcone

Dialogherà con l’AUTORE il libraio di “Pianissimo, libri sulla strada”, Filippo Nicosia

Il protagonista di questo “racconto di Natale” è Giovanni Falcone, qui a sette anni, che, tra tormenti dell’infanzia, paure, visioni e affetti, compirà una scelta che segnerà la sua esistenza. Palermo è una città di difficile interpretazione, fatta di simboli e macerie, che diventa teatro di una storia minuta quanto necessaria per rintracciare il senso di un’Italia intera, ancora in cerca di un’identità civile e morale. Ma questa è soprattutto la storia di un bambino e la scelta è un miracolo che può ripetersi.

» la scheda del libro | http://www.duepunti.org/prodotto/la-stanza-del-presepe/

 

• DALLE NOVITÀ

FALSOMIELE.
Il diavolo, Palermo
di Franco La Cecla

La collana/biblioteca di :duepunti – terrain vague – si arricchisce di una nuova storia della contemporaneità, raccontata con i toni del fantastico dall’antopologo-architetto Franco La Cecla, con il suo esordio in narrativa. Il nostro tempo lacerato dall’incapacità di essere in un solo luogo nello stesso tempo sembra condannarci a una forma di moderna ubiquità, che è fuga da tutti i posti in cui siamo o siamo stati e in cui forse potremmo essere completi. Il diavolo sceglie Palermo per aggiornare il suo lavoro, ma non commercia più in eterna giovinezza, adesso si occupa di ubiquità, e Faust è diventato Caruso, un’anima in pena che ci assomiglia sotto molti punti di vista.

» la scheda del libro | http://www.duepunti.org/prodotto/falsomiele/

 

————

UNA MARINA DI LIBRI / 2014
6/8 giugno 2014 | GAM Galleria d’Arte Moderma
Via Sant’Anna, 21, Palermo

Una Marina di Libri è promossa dal Consorzio CCN Piazza Marina&Dintorni, Navarra Editore e Sellerio Editore.